Contenuto principale

News

Lunedì, 18 Maggio 2020 11:51

Raccolta fondi - CORONAVIRUS

Raccolta fondi covid19

Giovedì, 05 Marzo 2020 10:18

Norme Igieniche - CORONAVIRUS

Igiene

 

Misure igienico-sanitarie

All. 16 DOCM 17 maggio 2020

 

  1. lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;
  2. evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
  3. evitare abbracci e strette di mano;
  4. mantenere, nei contatti sociali, una distanza interpersonale di almeno un metro;
  5. praticare l’igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);
  6. evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva;
  7. non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
  8. coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
  9. non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
  10. pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
  11. è fortemente raccomandato in tutti i contatti sociali, utilizzare protezioni delle vie respiratorie come misura aggiuntiva alle altre misure di protezione individuale igienico-sanitarie.

 

Ampliamento Termini Versamento Acconto IMU anno 2020

 

Regione Lombardia Commercio al dettaglio in sede fissa1

Le presenti indicazioni si applicano al settore del commercio al dettaglio in sede fissa, alleagenzie di viaggi, ai servizi di prenotazione, di biglietteria e alle altre attività di assistenzaturistica.

● Predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione.

● Prevedere regole di accesso, in base alle caratteristiche dei singoli esercizi, in modo da evitare assembramenti eassicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra i clienti.

● Prima dell’accesso al luogo di lavoro deve essere rilevata la temperatura corporea del personale e se superiore ai37,5° non sarà consentito l’accesso o la permanenza ai luoghi di lavoro, posto in isolamento con relativa segnalazionealle autorità sanitarie. Se durante l’attività il lavoratore dovesse manifestare i sintomi di infezione respiratoria daCOVID-19 (es. febbre, tosse, raffreddore, congiuntivite) sarà posto in isolamento e segnalato alle autorità sanitarie.La rilevazione della temperatura corporea è fortemente raccomandata anche per i clienti. Per le disposizioni di dettagliosi rinvia a quanto previsto dal paragrafo 1.3 della presente Ordinanza.

● Garantire un’ampia disponibilità e accessibilità a sistemi per l’igiene delle mani con soluzioni idro-alcoliche, promuovendonel’utilizzo frequente da parte dei clienti e degli operatori.

● In caso di vendita di abbigliamento: dovranno essere messi a disposizione della clientela guanti monouso da utilizzareobbligatoriamente per scegliere in autonomia, toccandola, la merce.

● I clienti devono sempre indossare la mascherina, così come i lavoratori.

● L’addetto alla vendita deve procedere ad una frequente igiene delle mani con soluzioni idro-alcoliche (prima e dopoogni servizio reso al cliente).

● Assicurare la pulizia e la disinfezione quotidiana delle aree comuni.

● Favorire il ricambio d’aria negli ambienti interni ed escludere totalmente, per gli impianti di condizionamento, lafunzione di ricircolo dell’aria.

● La postazione dedicata alla cassa può essere dotata di barriere fisiche (es. schermi); il personale deve indossarela mascherina e avere a disposizione gel igienizzante per le mani. In ogni caso, favorire modalità di pagamento elettroniche.

Nella gestione dei mercati coperti si applicano le misure su-riportate, ove compatibili, e deve inoltre essere salvaguardatol’accesso regolamentato e scaglionato in funzione degli spazi disponibili, differenziando, ove possibile, i percorsidi entrata e di uscita.

Regione Lombardia Commercio Dettaglio aree Pubbliche1

 

Misure generali

● Mantenimento in tutte le attività e nelle loro fasi del distanziamento interpersonale;

● Accessi regolamentati e scaglionati in funzione degli spazi disponibili, differenziando, ove possibile iAccessi regolamentati e scaglionati in funzione degli spazi disponibili, differenziando, ove possibile ipercorsi di entrata e di uscita;

● Ampia disponibilità e accessibilità ai sistemi di disinfezione delle mani. In particolare, detti sistemiAmpia disponibilità e accessibilità ai sistemi di disinfezione delle mani. In particolare, detti sistemidevono essere disponibili accanto ai sistemi di pagamento;

● Uso di guanti “usa e getta” nelle attività di acquisto, particolarmente per l’acquisto di alimenti e bevande;

● Utilizzo di mascherine sia da parte degli operatori che da parte dei clienti;

● Informazione per garantire il distanziamento dei clienti in attesa di entrata: posizionamento all’accesso dei mercati dicartelli almeno in lingua italiana e inglese per informare la clientela sui corretti comportamenti.

● I locali dei bagni pubblici devono essere mantenuti in funzione almeno per l’intero orario di svolgimentodel mercato con dotazione di saponi e disinfettanti ad uso degli utilizzatori.

 

Misure particolari applicate dal Comune di Marcaria

Area perimetrata con transenne e nastro bianco rosso al fine di delimitare l’area “MERCATO”, come dacartina allegata alla presente e con parziale modifica di collocazione temporanea di alcuni posteggi alfine di poter creare tale perimetrazione in sicurezza e prevedere le distanze richieste dalle diposizionivigenti per emergenza da Covid-19

●  Individuati distinti varchi in entrata ed in uscita all’area “MERCATO”, come segue:

a) un varco in entrata ed uno in uscita collocato in Via Vitellio all’altezza con l’intersezione con ViaKennedy permettendo così l’accesso ai clienti del mercato in sicurezza anche in caso di formazionedi coda in attesa;

b) un varco in uscita collocato in Via Vitellio all’altezza dell’intersezione di Via Guberte;

c) un varco in uscita collocato in Via Garibaldi all’altezza dell’intersezione di Via Fermi;

I varchi saranno presidiati dai volontari della protezione civile, che contingenteranno gli ingressi deiclienti all’area “MERCATO” perimetrata, che non dovrà superare la misura massima di n. 120 personein compresenza, al fine di permettere il mantenimento del distanziamento interpersonale di almeno unmetro l’uno dall’altra;

● I posteggi risultano ricollocati parzialmente in modo temporaneo come individuato nella cartina sucitata, prevendendo tra un banco e l’altro la distanza di almeno 1 metro, favorendo così le operazioni dicarico e scarico degli operatori commerciali nel continuo mantenimento del distanziamentointerpersonale;

● Nel limite del possibile degli spazi disponibili, sono state individuate per ogni posteggio una superficiesufficiente a limitare la concentrazione di clienti compresenti, nel rispetto della distanza interpersonaledi 1 metro. Al fine di verificare il mantenimento di tali distanziamenti ed evitare assembramentiall’interno dell’area “MERCATO”, saranno presenti agenti di Polizia Locale dell’Ente e/o volontari dellaprotezione civile che monitoreranno e agiranno al fine di far rispettare le regole sopra indicate;

Posizionamento di cartelli con indicazione dell’entrata all’area “MERCATO” ad uso dei clienti eposizionamento di cartelli all’interno dell’area mercato indicanti il varco di uscita;

Le attività commerciali in sede fissa localizzati nell’area: Via Vitellio, Piazza Garibaldi, saranno accessibiliattraverso un percorso da effettuarsi sui marciapiedi partendo di fianco al varco di entrata dell’areamercato e finendo ai varchi di uscita dell’area stessa;

Non dovranno essere vendite effettuate da attività commerciali in sede fissa verso clienti presentiall’interno dell’area “MERCATO” perimetrata e vice versa (da commercianti su aree pubbliche versoclienti presenti all’esterno dell’area “MERCATO”);

Gli operatori commerciali dell’attività su aree pubbliche dovranno seguire i seguenti orari di presenze econ le seguenti modalità:

a) Gli esercenti attività commerciali alimentari dovranno essere presenti prima delle ore 6,30 delmattino per il loro posizionamento;

b) Gli esercenti attività commerciali non alimentari dovranno essere presenti tra le ore 6,30 e le 7,00 del mattino secondo le indicazioni date dall’ufficio SUAP telefonicamente e così come indicato incartina allegata; Gli stessi esercenti non potranno aprire il banco prima delle ore 7,00 e comunqueprima che un Agente della Polizia Locale di Marcaria non abbia verificato l’esatto posizionamentoe il rispetto del distanziamento sociale dal banco vicino;

Misure a carico del titolare di posteggio:

● Pulizia e igienizzazione quotidiana delle attrezzature prima dell’avvio delle operazioni di mercato di vendita;

● È obbligatorio l’uso delle mascherine, mentre l’uso dei guanti può essere sostituito da una igienizzazione frequentedelle mani

● Messa a disposizione della clientela di prodotti igienizzanti per le mani in ogni banco;

● Rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro.

● Rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro dagli altri operatori anche nelle operazioni di carico escarico;

● In caso di vendita di abbigliamento: dovranno essere messi a disposizione della clientela guanti monouso da utilizzare obbligatoriamente per scegliere in autonomia, toccandola, la merce;

● In caso di vendita di beni usati: igienizzazione dei capi di abbigliamento e delle calzature prima che siano poste invendita.

 

Agli operatori con posteggio isolato ed agli operatori con autorizzazione all’esercizio in forma itinerante si applicano, perquanto compatibili, le disposizioni della presente scheda.

Venerdì, 22 Maggio 2020 13:08

Ristorazione - Covid-19

Regione Lombardia Ristorazione1

 

Le presenti indicazioni si applicano per ogni tipo di esercizio di somministrazione di pasti e bevande,Le presenti indicazioni si applicano per ogni tipo di esercizio di somministrazione di pasti e bevande,quali ristoranti, trattorie, pizzerie, self-service, mense, bar, pub, pasticcerie, gelaterie, rosticcerie(anche se collocati nell’ambito delle attività ricettive, all’interno di stabilimenti balnearie nei centri commerciali o connessi alle aziende agricole), nonché per l’attività di catering (in talcaso, se la somministrazione di alimenti avviene all’interno di una organizzazione aziendale terza,sarà necessario inoltre rispettare le misure di prevenzione disposte da tale organizzazione)..

● Predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione, comprensibile anche per i clienti di altra nazionalità.

● Prima dell’accesso al luogo di lavoro deve essere rilevata la temperatura corporea del personale e se superiore ai 37,5°non sarà consentito l’accesso o la permanenza ai luoghi di lavoro, posto in isolamento con relativa segnalazione alle autoritàsanitarie. Se durante l’attività il lavoratore dovesse manifestare i sintomi di infezione respiratoria da COVID-19 (es.febbre, tosse, raffreddore, congiuntivite) sarà posto in isolamento e segnalato alle autorità sanitarie. La rilevazione dellatemperatura corporea è fortemente raccomandata per i clienti mentre per quelli che consumano al tavolo è obbligatoria. Perle disposizioni di dettaglio si rinvia a quanto previsto dal paragrafo 1.3 della presente Ordinanza

● È necessario rendere disponibili prodotti igienizzanti per i clienti e per il personale anche in più punti del locale, in particolareall’entrata e in prossimità dei servizi igienici, che dovranno essere puliti più volte al giorno.

● Negli esercizi che dispongono di posti a sedere privilegiare l’accesso tramite prenotazione, mantenere l’elenco dei soggettiche hanno prenotato, per un periodo di 14 giorni. In tali attività non possono essere presenti all’interno del locale piùclienti di quanti siano i posti a sedere.● Negli esercizi che non dispongono di posti a sedere, consentire l’ingresso ad un numero limitato di clienti per volta, in basealle caratteristiche dei singoli locali, in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra i clienti.● Laddove possibile, privilegiare l’utilizzo degli spazi esterni (giardini, terrazze, plateatici), sempre nel rispetto del distanziamentodi almeno 1 metro.

● I tavoli devono essere disposti in modo che le sedute garantiscano il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro diseparazione tra i clienti, salvo i casi di accompagnamento di minori di sei anni o persone non autosufficienti; detto ultimoaspetto afferisce alla responsabilità individuale. Tale distanza può essere ridotta solo ricorrendo a barriere fisiche tra i diversitavoli adeguate a prevenire il contagio tramite droplet.

● La consumazione al banco è consentita solo se può essere assicurata la distanza interpersonale di almeno 1 metro clienti,salvo il caso di accompagnamento di minori di sei anni o persone non autosufficienti; detto ultimo aspetto afferisce allaresponsabilità individuale.

● La consumazione a buffet non è consentita.

● Il personale di servizio a contatto con i clienti deve utilizzare la mascherina e deve procedere ad una frequente igiene dellemani con soluzioni idro-alcoliche, prima di ogni servizio al tavolo.

● Favorire il ricambio d’aria negli ambienti interni ed escludere totalmente, per gli impianti di condizionamento, la funzionedi ricircolo dell’aria.

● La postazione dedicata alla cassa può essere dotata di barriere fisiche (es. schermi); il personale deve indossare lamascherina e avere a disposizione gel igienizzante per le mani. In ogni caso, favorire modalità di pagamento elettroniche,possibilmente al tavolo.

● I clienti dovranno indossare la mascherina tutte le volte che non si è seduti al tavolo.● Al termine di ogni servizio al tavolo andranno previste tutte le consuete misure di disinfezione delle superfici, evitando il piùpossibile utensili e contenitori riutilizzabili se non igienizzati (saliere, oliere, ecc). Per i menù favorire la consultazione onlinesul proprio cellulare, o predisporre menù in stampa plastificata, e quindi disinfettabile dopo l’uso, oppure cartacei a perdere